Massimobiondi.it - Tutti i diritti sono riservati
 

Post con parola chiave: banda larga

 
 

Altro che smart working! – Alessandro Plateroti

28 dicembre 2020

In Italia ci sono 60 milioni di abitanti, ma 80 milioni di telefoni smartphone e qualche milione di analogici: è il terzo paese per cellulari al mondo. Al contrario (e malgrado i prezzi medi delle due tecnologie non siano distanti), un terzo delle famiglie non ha in casa un personal computer: 22 milioni di italiani, pari al 33,8% (Istat), non possiedono un pc o un laptop in famiglia. Non solo. Per quelli che hanno un computer, l’alta velocità è solo quella dei treni per Milano: la connessione al web è tra le più lente del mondo. La velocità media in download in Italia è di 23,18 megabit/secondo, contro gli 81 Mbps dell’Europa occidentale: in Spagna sono 55,84 Mbps, in Francia 51, in Germania 42 e in UK addirittura 330Mbps.
Considerando il gran parlare su trasformazione digitale, smart working e didattica a distanza, questi numeri fanno una certa impressione. Con i tassi a zero, debito e spread non spaventano nessuno: ma dopo la pandemia, il vero rischio Italia sarà il divario tecnologico e infrastrutturale con il mondo occidentale. Nella manovra 2021, sono spuntati i telefonini di Stato in comodato d’uso per famiglie disagiate: in Italia ce n’è già uno e mezzo a testa, senza contare quelli “clandestini” che arrivano dall’Africa e dall’est.
Ma i personal computer per gli studenti disagiati no, quelli non sono previsti: basta un telefonino e assumere più docenti. La recovery dell’istruzione è a bassa velocità, oltre che a basso profilo: “Italian style”

Post inserito in: dicono

Parole chiave: | |